Giu 28 2023 /

Utilizzare l’IA negli studi contabili: come e quanto farlo

Utilizzare l’IA negli studi contabili: come e quanto farlo
Elisabetta Radicati

Elisabetta Radicati

4 Min.

L’Intelligenza Artificiale (IA) sta diventando sempre più presente nella vita quotidiana e in quella lavorativa e il settore contabile non è un’eccezione. Infatti, gli studi contabili stanno iniziando ad adottare l’IA per semplificare i loro processi di lavoro interni, migliorando la precisione dei servizi offerti.

Abbiamo deciso di raccogliere la testimonianza di Rosario Emmi, partner di TaxDome, in qualità di commercialista specializzato in startup e PMI innovative. È co-fondatore e business developer di Proclama Spa.

Esattamente in che modo gli studi contabili possono utilizzare l’IA nella loro attività quotidiana? E quanto possono beneficiarne? 

Automazione dei processi

Uno dei principali vantaggi dell’utilizzo dell’IA negli studi contabili è l’automazione dei processi. L’IA può automatizzare le attività ripetitive come la registrazione delle fatture o la contabilità generale, ottenendo così più tempo prezioso per svolgere attività a maggiore valore aggiunto.

Miglioramento della precisione

L’IA svolge un ruolo importante anche nel migliorare la precisione nelle operazioni contabili. Ad esempio, può analizzare grandi quantità di dati e individuare dei pattern che sarebbero difficili da individuare manualmente. Inoltre, riduce al minimo gli errori umani, eliminando quindi la necessità di lavori correttivi.

Previsioni finanziarie

Un altro modo in cui gli studi contabili possono utilizzare l’IA è per le previsioni finanziarie. Infatti, l’IA può analizzare i dati finanziari storici e attuali per identificare tendenze e modelli, aiutando gli utenti a ottenere una migliore visione del futuro finanziario dell’azienda.

Considerazioni finali

In sintesi, l’IA può apportare molti vantaggi agli studi contabili. L’automazione dei processi, il miglioramento della precisione e l’aiuto per le previsioni finanziarie possono tutti aumentare l’efficienza e la produttività dell’azienda. 

Tuttavia, è importante notare che l’IA non sostituirà mai completamente i professionisti contabili. Piuttosto, dovrebbe essere vista come uno strumento complementare che aiuta i professionisti a prendere decisioni più intelligenti e rapide.

Ci sono diversi software utili per i commercialisti che supportano l’intelligenza artificiale nel loro lavoro. Ecco alcuni esempi:

  • PwC Halo: una piattaforma di analisi dei dati che utilizza l’IA per fornire ai commercialisti informazioni dettagliate sui loro clienti e sulle loro attività.
  • Xero: un software di contabilità su cloud che utilizza l’IA per automatizzare molte delle attività contabili quotidiane, come la fatturazione e la conciliazione bancaria.
  • QuickBooks: un altro software di contabilità su cloud che utilizza l’IA per semplificare il processo di contabilità e fornire informazioni finanziarie in tempo reale.
  • Sage Intacct: un software di gestione finanziaria che utilizza l’IA per automatizzare molte delle attività contabili e finanziarie, come la previsione del flusso di cassa e la gestione delle scorte.

In generale, questi software possono aiutare i commercialisti a risparmiare tempo e migliorare la precisione delle loro attività contabili e finanziarie grazie all’utilizzo dell’IA.

 Tuttavia questi software non sono molto utilizzati in Italia, in quanto non sono stati creati appositamente per il mercato italiano. Oltre questi software ci sono tanti altri software SAAS che sono più legati all’attività generale di studio, quali Chat Gpt, Jasper, Midjourney

 Le attività che portano via più tempo ad un commercialista sono solitamente quelle legate alla gestione della contabilità, alla preparazione delle dichiarazioni fiscali e alla consulenza ai clienti.

 L’intelligenza artificiale può aiutare a risolvere questo problema in diversi modi. Ad esempio, può essere utilizzata per automatizzare alcune attività ripetitive e noiose, come la registrazione dei dati contabili o la compilazione di documenti fiscali standardizzati. In questo modo, il commercialista può concentrarsi su attività più complesse e ad alto valore aggiunto, come la consulenza strategica ai clienti.

 Inoltre, l’intelligenza artificiale potrebbe essere utilizzata per analizzare grandi quantità di dati finanziari e fornire al commercialista informazioni utili per prendere decisioni informate. Ad esempio, potrebbe essere utilizzata per identificare trend o anomalie nei dati contabili, o per suggerire possibili strategie fiscali da adottare.

 Infine, l’intelligenza artificiale potrebbe essere utilizzata per migliorare la comunicazione con i clienti, ad esempio attraverso chatbot o assistenti virtuali che possono rispondere alle domande più comuni o fornire informazioni sullo stato delle pratiche in corso. 

L’intelligenza artificiale sta diventando uno strumento quasi indispensabile ma non è comunque abbastanza per gestire uno studio. La combinazione di strumenti di IA, unita a piattaforme per la gestione dello studio, come TaxDome, che automatizza i flussi di lavoro e parte della gestione dello studio, rappresenta la chiave di svolta nel lavoro di tanti professionisti.

Elisabetta Radicati

Elisabetta Radicati

Elisabetta è responsabile dell'espansione di TaxDome in Italia. Ama imparare cose nuove ed è sempre alla ricerca di opportunità di sviluppo e di crescita all'interno del suo ruolo, sia che si tratti di acquisire nuove competenze, di intraprendere un nuovo progetto o di collaborare con altri dipartimenti.

Subscribe to Taxdome News

Iscriviti alla nostra newsletter!

Ti invieremo il meglio del nostro blog una volta al mese.

Inserisci un indirizzo email valido.
Ebook CTA

Vuoi passare ad uno studio fiscale completamente da remoto?

Vuoi passare ad uno studio fiscale completamente da remoto?

l'eBook è stato inviato
Si è verificato un errore durante l'elaborazione della richiesta. per favore riprova più tardi
Inserisci un indirizzo email valido.